Gestione del vigneto: l’orientamento all’innovazione

Cambiamenti climatici e revisione europea delle sostanze attive sono i fattori che stanno influenzando la gestione delle avversità della vite, sia fungine che entomologiche. Da un lato l’innalzamento delle temperature e la concentrazione delle piogge in alcuni periodi dell’anno ha modificato il rischio epidemiologico per alcune patologie quali peronospora e oidio, dall’altro il regolamento comunitario 1107/2009 ha portato a una riduzione del numero di principi attivi disponibili per contrastare le diverse avversità, particolarmente accentuata nel caso degli insetticidi.

In questo contesto per una gestione razionale e sostenibile delle diverse avversità della vite è fondamentale poter disporre di soluzioni innovative sia tra gli agrofarmaci, compresi gli agenti di biocontrollo, sia tra gli strumenti digitali sempre più diffusi e in grado di supportare i viticoltori nei processi decisionali.

Durante questa nuova edizione di Obiettivo Vite, attraverso quattro tappe itineranti, verranno raccontate le sfide che le aziende vitivinicole e di uva da tavola devono affrontare per rispondere alle richieste del mercato e le opportunità offerte dal digital farming nelle attività di monitoraggio dagli insetti fitofagi, nella previsione delle malattie fungine e nel supporto all’accesso ai mercati.